MICOBATTERIOLOGIA

 

Dirigenti Biologi: Saveria Dodaro – Robert Tenuta

Personale tecnico: Bice Casazzone  – Olga Savino

Area BSL3

 

INFORMAZIONI GENERALI

 

Nel settore di Micobatteriologia si esegue la diagnosi di Tubercolosi che oggi, accanto all’AIDS ed alla Malaria, è una della malattie più diffuse ed in continuo aumento per la presenza di persone provenienti da aree in cui la malattia è ancora endemica.

Il settore costituisce un ambiente di lavoro in cui vengono processati materiali ad elevata pericolosità e nel 1995 i Center for Disease Control (CDC) hanno emanato linee guida,  in gran parte raccolte ed elaborate nel DL 626/94, riguardanti i requisiti strutturali, le dotazioni strumentali e i dispositivi di protezione individuale ritenuti indispensabili per garantire condizioni di sicurezza.

Il settore richiede, pertanto,  la presenza di cappe a flusso laminare verticale, termostati e apparecchiature dedicate e sistemate in ambiente a pressione negativa (BSL3).

Si eseguono:

  • esami microscopici,
  • esami colturali su tutti i campioni biologici anche su sangue (emocoltura per Micobatteri),
  • esami basati sulle biotecnologie diretti alla dimostrazione della presenza di Micobatteri tubercolari (MTC) e non tubercolari (NTM),
  • test di sensibilità in vitro nei confronti di farmaci di “prima scelta” rappresentati da : Streptomicina, Isoniazide, Rifampicina, Etambutolo e Pirazinamide,
  • test di sensibilità in vitro nei confronti di farmaci di “seconda scelta” rappresentati da : Capreomicina, Ofloxacina, Kanamicina, ecc.
  • test molecolari per la ricerca di:
  1. Mycobacterium TB complex  da materiale respiratorio
  2. Mycobacterium TB complex e rilevamento di mutazioni del gene rpoB associata a resistenza alla Rifampicina da materiale respiratorio e coltura batterica
  3. Rilevamento simultaneo di Mycobacterium TB complex e di mutazioni dei geni katG, inhA, rpoB, rrs, rps-L e gyrA, associati alle resistenze verso isoniazide, rifampicina, streptomicina, kanamicina, amikacina, fluorochinoloni (tecnica di Reverse Hybridation Line Blot) su sangue intero, materiale respiratorio e da coltura batterica.
  4. Mycobacterium TB complex, avium, intracellulare, kansasi (Reverse Hybridation Line Blot) su coltura batterica.

Sono state formulate, inoltre, linee guida ospedaliere per il controllo della diffusione del MTC in Ospedale e flow chart per la diagnostica della tubercolosi attiva e latente.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>